Reloaded,spettacolo finale di MP3 Project, in scena al Teatro Vascello di Roma.

Home/Notizie varie/Reloaded,spettacolo finale di MP3 Project, in scena al Teatro Vascello di Roma.

Reloaded,spettacolo finale di MP3 Project, in scena al Teatro Vascello di Roma.

RELOADED. Una sala prove, un gruppo di danzatori, movimenti si rincorrono, i corpi ripetono le azioni, di nuovo e ancora di nuovo e un’altra volta. RELOADED,spettacolo finale di MP3 Project, inscena domenica 1 luglio alle ore 21 al Teatro Vascello di Roma,descrive questo lavoro ripetuto e ri-azionato ogni volta per memorizzare un movimento e per renderlo “pulito”, leggibile e autentico allo stesso tempo. Reloadinfatti dall’inglese significa esattamente ‘ricaricare’: proprio come nel gergo informatico si caricano e ricaricano dati, così nei corpi dei danzatori si ricaricano e ripetono segni coreografici, tratti di movimenti dipinti da un autore sui suoi interpreti.

Lo spettacolo finale di MP3 ProjectRELOADED, con la direzione artistica di Michele Pogliani, vibra giocando su questa ripetizione costante e testarda che ogni danzatore attiva durante lo studio in sala prove, una lezione di danza, la messinscena di una pièce coreografica. Michele Pogliani, Francesca Di Maio, Gabriele Montaruli, Lorenzo Schiavo, Angelo Venneri, Francesco Gammino, Laccio, Matteo Zamperin,  MichalRynia eNastjaBremec sfidano i corpi dei ragazzi di MP3 Project.

Il progetto con la direzione artistica di Michele Pogliani – già danzatore e coreografo internazionale e Talent Scout ufficiale in Italia per la CodartsUniversity of the Arts di Rotterdam – riunisce in un Triennio formativo e di avviamento professionale giovani talenti della danza che, attraverso un percorso triennale articolato e curato nei minimi dettagli, fornisce gli strumenti affinché ogni partecipante possa sviluppare e implementare le proprie possibilità tecniche ed espressive confrontandosi con Maestri provenienti da Compagnie e Scuole di livello. Alla fine di ogni triennio i danzatori raggiungono un alto profilo e sono invitati espressamente presso audizioni per importanti dance company europee e d’oltreoceano, che costituisce un ingresso reale e concreto nel mondo del lavoro e della professione del danzatore all’interno di compagnie di ricerca e sperimentazione coreografica.

 

By |giugno 30th, 2018|Notizie varie|0 Comments

About the Author: