top of page

" Lago dei cigni" Teatro Lirico Giorgio Gaber.

Aggiornamento: 5 giorni fa



Il 4 gennaio è andato in scena al Teatro Lirico Giorgio Gaber in Milano il balletto “Il Lago dei Cigni” eseguito dal Corpo di Ballo del Teatro Nazionale dell'Opera Rumena di Iasi.

Il Lago dei Cigni considerato il balletto dei balletti è stato rappresentato per la prima volta al Teatro Bolshoi di Mosca nel 1877. Nonostante le maestose e suggestive musiche di Caikovsky non ebbe successo, che otterrà solo nel 1894 rappresentato questa volta al Teatro Marijinskij di San Pietroburgo, grazie alle coregrafie di Marius Petipa e Lev Ivanov ancora oggi attuali in tutti teatri del mondo. Il Lago dei Cigni è la continua eterna lotta tra bene e il male, narrando la storia d'amore tra il Principe Sigfried e Odette, trasformata in cigno dal mago Rothbart dopo aver rifiutato il suo amore. Solo il vero amore e le gesta eroiche di Sigfried potranno salvare Odette dalla prigionia del sortilegio del perfido Rothbart.

Questa versione andata in scena è stata eseguita dal Balletto dell'Opera Nazionale di Iasi, una delle compagnie più importanti della Romania che ormai da più di vent'anni è in tournée in tutta Europa.

Le scenografie di Gurenko Evgenii creano l'atmosfera perfetta e fiabesca insieme ai costumi dei vari personaggi, dal primo al quarto atto con i loro colori e ci trasportano nel mondo incantato del Lago dei Cigni. Il Principe Sigfried è stato interpretato da Vlad Marculescu,nel doppio ruolo Odette/Odile : Obengul Polen Gezmis, Rothbart : Razvan Vieriu. Una menzione speciale a Cristian Preda che ha interpretao il Giullare perfetto sia tecnicamente che espressivamente entusiasmando il pubblico in sala. La Regina interpretata da Cristiana Todi che è anche la coordinatrice coreografica della compagnia stessa. Il Pas De Trois del primo atto è stato eseguito da Saki Kagawa, Viviana Olaru e Andrei Damaschin, i Grandi Cigni del secondo atto sono stai interpretati da Monica Ailiesei, Maria Cotorobai, Anca Iuriciuc e Eva Visconti. Non mancano le danze di carattere nel terzo atto (Danza Spagnola, Napoletana, Ungherese e la Mazurka) e i grandi valzer da quello del primo atto durante la festa al castello a quello dei cigni del secondo atto e quello delle spose nel terzo che rendono il balletto completo. Il Corpo di Ballo ha saputo gestire la scena ed ha eseguito egregiamente la performance.

Consiglio vivamente "il Lago dei Cigni" della compagnia rumena anche perchè il Lago dei Cigni rimane comunque il balletto dei balletti.

Per RadioDanza PPascal Talarico

https://www.facebook.com/radiodanza.italia/videos/580805700554250



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page