RADIODANZA NEWS

L’elefantessa Happy dello zoo del Bronx non sarà considerata una persona giuridica.

Una sentenza del 14 giugno del tribunale di New York ha stabilito che l’animale in cattività non può essere considerato una persona giuridica, cioè un individuo che gode di diritti morali e legali di fronte alla legge. Se il tribunale avesse deciso altrimenti, sarebbe stato un importante precedente per i diritti degli animali che, spesso, vengono tenuti in degli zoo in condizioni non idonee a garantire loro una vita dignitosa, nel rispetto del loro habitat e delle loro esigenze. L’elefantessa Happy, infatti, rimarrà nello zoo del Bronx, considerato da molti attivisti un luogo troppo angusto (misura 4mila metri quadrati), in cui l’animale ha già vissuto per 45 anni in una quasi totale solitudine.



Finisce per sempre la storia di Internet Explorer

Dopo oltre 25 anni, Microsoft ha deciso di non aggiornare più lo storico browser. A partire dal 15 giugno, Internet Explorer continuerà a funzionare sui pochi dispositivi che potranno ancora supportarlo, ma è destinato al declino, poiché Microsoft lo sta di fatto abbandonando per sempre. Questa mossa servirebbe a spingere gli utenti a passare a Edge, il browser più giovane di Microsoft, nato nel 2015.



È morto l’attore Philip Baker Hall

Domenica 12 giugno è morto Philip Baker Hall, attore caratterista che aveva recitato in film come Boogie Nights, The Truman Show e Magnolia: aveva 90 anni. La notizia è stata confermata oggi dalla moglie Holly Wolfle Hall. Philip Baker Hall era nato a Toledo, in Ohio, il 10 settembre del 1931. Aveva iniziato a lavorare per il teatro e poi per il cinema e la televisione. Nel corso della sua carriera aveva interpretato oltre 200 parti. Baker Hall era stato anche Richard Nixon in una pièce teatrale per Robert Altman, che lo aveva diretto anche nell’adattamento cinematografico Secret Honor. Altri suoi film molto famosi erano stati The Truman Show, Psycho di Gus Van Sant, Il talento di Mr. Ripley di Anthony Minghella e Dogville di Lars von Trier.



Stefano Massini è il primo italiano a vincere un Tony Award con la pièce Lehman Trilogy

Lehman Trilogy è la migliore opera teatrale ai Tony Award. L’opera di Stefano Massini è stata premiata durante la cerimonia per la 75ma edizione dei riconoscimenti considerati gli Oscar del teatro, che si è svolta nuovamente dopo due anni dalla pandemia a Radio City Hall a New York. L’opera dell’autore toscano, che ha debuttato nel 2015 al Piccolo di Milano per la regia di Luca Ronconi, ripercorre 150 anni di storia su ciò che poi ha portato al collasso del gigante finanziario Lehman Brothers mettendo in scena i guasti del capitalismo americano. Ai Tony Award è stata presentato l’adattamento in lingua inglese. Nei prossimi mesi, infatti, ne sarà tratta anche una serie tv prodotta dalla Fandango. Lehman Trilogy ha vinto altri quattro premi: per la miglior regia a Sam Mendes, per il miglior attore protagonista a Simon Russell Beale, per la miglior progettazione delle luci e per la miglior scenografia.



Il Parlamento europeo ha avanzato una legge per aumentare il numero di donne all’interno dei consigli di amministrazione nelle società

Il Parlamento europeo ha raggiunto un accordo per una legge per ridurre le disparità di genere nei consigli d’amministrazione delle società europee quotate in Borsa. La legge prevede che entro il 2026 almeno il 40 per cento dei membri dei consigli di amministrazione senza incarichi esecutivi sia composto dalla categoria sottorappresentata, cioè le donne nella stragrande maggioranza dei casi. In alternativa le donne dovranno occupare il 33 per cento di tutti gli incarichi esecutivi e non del consiglio, compresi dunque i ruoli dirigenziali come presidente del consiglio di amministrazione. Le società che non rispetteranno questi requisiti potranno essere multate o vedere annullate alcune delle proprie nomine.



Come cambieranno le norme sull’obbligo di indossare la mascherina

Stop all'obbligo di mascherine al chiuso a partire da mercoledì 15 giugno. I dispositivi di sicurezza non saranno più necessari nei cinema, nei teatri e negli eventi sportivi al chiuso. Mentre si va verso una proroga fino a fine settembre dell'obbligo per trasporti e ospedali fino a settembre. Ci sono alcune raccomandazioni. I ministri Speranza e Bianchi hanno eliminato l’obbligo anche per gli esami di terza media e di maturità, ma consigliano ugualmente di indossarla negli spazi dove il distanziamento tra le persone non è garantito, ad esempio durante gli esami scritti. Sembra che in molti settori come quello dello spettacolo o degli eventi culturali ci sia la stessa ambiguità e, più che una norma vera e propria, ci saranno delle raccomandazioni a indossare o meno la mascherina a seconda dell’affluenza e degli spazi. L’obbligo, ovviamente, resta in vigore negli ospedali e nelle strutture sanitarie, sia per i dipendenti che per visitatori e ospiti.

11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti